Santa Maria a Piè di Chienti – Montecosaro (MC)

Una leggenda vuole che fosse stato Carlo Magno a commissionare la chiesa di Santa Maria a Piè di Chienti, per celebrare una vittoria ottenuta combattendo in questa zona contro i saraceni. In realtà lo straordinario monumento risale al IX secolo, e fu più tardi rimaneggiata (la facciata non è originale, venne pesantemente restaurata a più riprese, dal Quattrocento al Settecento).

santa maria a piè di chienti piantaMolto interessante l’architettura della chiesa, che presenta una pianta che deriva sicuramente da modelli borgognoni, reinterpretati da maestranze lombarde. Santa Maria a Piè di Chienti possiede inoltre una struttura a due piani sovrapposti, come la vicina San Claudio al Chienti presso Corridonia.

Il piano superiore (originariamente riservato ai monaci) occupa solo metà della chiesa inferiore, e i cinque pilastri che lo sostengono dividono a metà la parte orientale della navata centrale del piano inferiore.

Un crocifisso ligneo del XV secolo è visibile all’attacco degli archetti che reggono il piano superiore, tagliando a metà in senso orizzontale, la pianta della basilica.

Santa_Maria_a_Piè_di_Chienti_02

L’ispirazione nordica è particolarmente evidente nella straordinaria abside, che al piano inferiore è movimentata dalla presenza di absidiole disposte a raggiera, ed è sormontata dall’abside della chiesa superiore.

Tags: , , , ,

Questo articolo è stato pubblicato domenica, gennaio 2nd, 2011 alle 12:06 all'interno della categoria Macerata provincia, NELLE MARCHE. Rimani aggiornato! RSS 2.0 feed. Both comments and pings are currently closed.

 
Utilizzando questo sito, accetti l'utilizzo dei COOKIE per migliorare la tua esperienza. Maggiori informazioni